Newsletter

Di prossima realizzazione corso di Counseling Aziendale!

Gli articoli di questo mese

 

UNA STORIA A COLORI

a cura di Maria Luisa Trinca

 

 

Raccontare se stessi e la propria storia è un processo in cui la mente torna alla dimensione spazio temporale in cui si collocano eventi, luoghi e persone della nostra vita e di cui conserviamo il ricordo. Il raccontarsi rappresenta così una ricerca di immagini, di situazioni e sentimenti per ricostruire il nostro film di vita.

L’auto-narrazione non rappresenta però solo un modo di richiamare alla coscienza memorie del passato, può assumere infatti anche un significato di riqualificazione degli eventi, di risoluzione interiore di situazioni lasciate in sospeso, di recupero emozionale di legami persi nel tempo, di rievocazione di suggestioni e percezioni che oggi, nel qui ed ora, possono essere rivissute e trasformate.

 

 

 

LA GELOSIA E IL TRADIMENTO

a cura di Stefania Cervoni

 

 

La gelosia è un tormento, un assillo, un tarlo mentale che il più delle volte distrugge un rapporto, e come effetto di rimbalzo , spinge l’altro al tradimento. Più si è gelosi e più vi è la possibilità che l’altro ci tradisca data l’esistenza di una dinamica comportamentale in cui si ha la tendenza a coercizzare l’altra persona. Questo vale anche al contrario , se hai a che fare con una persona gelosa . Saper interagire verso la propria gelosia e la gelosia altrui, significa riappropriarsi di una propria parte. Divenirne consapevoli dell’espressione della gelosia verso l’altro, vuol dire prendere coscienza che si ha un problema legato all’insicurezza, più esattamente all’insicurezza in se stessi.

 

 

Una persona non è un’altra persona , allora cosa è ? Un essere unico

COME STIAMO ad ...A U T O S T I M A...?

Come aiutare i ragazzi e noi stessi ad aiutarci nella difficile arte di insegnare. Come stiamo noi adulti ad autostima e sappiamo veramente agevolare la luce che è in noi e negli altri ?

A tal proposito faccio riferimento ad una libera espressione scritta da una allieva, quando gestivo anni fa come docente e come Capo Redattore il giornalino "La Fragola" di Repubblica prima e Repubblica Scuola@poi .

In anonimo talora i ragazzi si "aprivano " dando esempio di quanto può mortificare autostima e talenti la comunicazione non efficace di un docente,....

UNA PERSONA NON E' UN'ALTRA PERSONA. ALLORA COSA E'?                                     

a cura di Liana Gerbi

 

IO MI AMO OVVERO AUTOSTIMA A GO GO

a cura di Claudia Tiso

 

 

L’autostima è una attitudine che permette di amarsi sin da piccoli e può essere coltivata e perfezionata nel corso della vita .”L ’autostima si costruisce quando il bambino prova il sentimento positivo di soddisfazione che deriva dal sentirsi unico, cioè quando egli riconosce e rispetta le caratteristiche personali che lo rendono speciale e diverso e quando riceve approvazione ” (Clemes e Bean, 1977).Ci sono alcuni fattori che possono influire sullo sviluppo dell’autostima in età evolutiva ad esempio il valore che il bambino percepisce di avere per gli altri, espresso in termini di affetto,

 

 

 

CINECOUNSELING

a cura di Franco Prestipino

 

 

Iniziamo questa rubrica con un film di qualche anno fa(1995), Goodbye Mr. Holland (Mr. Holland's Opus).

 

Il film, diretto da Stephen Herek, narra la storia del compositore Glenn Holland, che non riuscendo ad ottenere riconoscimenti come autore di un’opera sinfonica, per vivere decide di insegnare musica ai studenti di un liceo. Un percorso di crescita per il protagonista in cui, un po’ per volta, riesce a convertire la sua passione per la musica, nella passione per insegnare la musica.

 

 

 

 

SCHOOLCOUNSELING:

I "DEVO"

a cura di Virginia Pistola

Oggi appare evidente che il compito del docente consiste nel facilitare l'alunno nel suo processo di personale conquista dei significati del sapere piuttosto che nello sforzo di fargli acquisire informazioni e concetti già confezionati.

Il docente deve puntare su una didattica formativa, cioè deve promuovere la crescita personale dell'alunno, deve insegnare a pensare con la sua testa, deve prestare attenzione all'evoluzione del processo di apprendimento della classe e dei singoli cioè l'insegnante deve” insegnare il meno possibile, far scoprire il più possibile”.

 

 

 

RIMANI CONNESSO CON NOI

Seguici sui Social Network

ed anche

AICI - Scuola di Counseling Relazionale Integrato

info@aiciitalia.it